“Un mare di plastica” Franco Borgogno si racconta

garbage-2369821_1920

Difficile situazione quella dei rifiuti in particolar modo quelli di plastica.Difficile e quasi insostenibile.Franco Borgogno, giornalista impegnato da anni sul tema dell’inquinamento ambientale e in particolar modo sulla presenza dei rifiuti di plastica nei mari ha parlato della sua recente partecipazione ad una spedizione scientifica nel Mare Artico illustrandola con filmati e fotografie.Il suo libro: “Un mare di plastica” racconta la situazione drammatica in cui si trova la terra, completamente invasa ormai dalla plastica che è ovunque: “Quasi 5500 miliardi di pezzi di plastica galleggiano nei mari di tutto il mondo. Circa trecentomila tonnellate, cinquanta grammi per ogni essere umano presente sulla Terra. Numeri in continua esponenziale crescita: si stima che nel 2050 il peso delle plastiche in mare supererà quello dei pesci……..”

E non tutti i rifiuti riusciamo a vederli.Spesso sono di dimensioni talmente piccole da renderne difficile e impossibile la loro raccolta ed eliminazione.Ma ci sono, fanno parte oramai del nostro corredo esistenziale.Cosa fare e come farlo è la domanda più ovvia.Come ovvia la risposta: avere un minimo di sensibilità e di responsabilità; se ognuno si preoccupa di fare almeno il proprio piccolo sommandolo al piccolo di tanti si può fare una cosa grande.E il tutto per diminuire questo inquinamento, non certo per eliminarlo, cosa oramai impossibile.

Raccogliere, differenziare, fare attenzione quotidianamente a ciò che si usa; limitare, dove si può, l’utilizzo della plastica e dove non si può fare il massimo per ridurlo al minimo.Limitare e se possibile eliminare le confezioni monouso; le bottiglie di acqua, separarne i tappi che necessitano di una raccolta ulteriormente differenziata.

E nel mondo del cosmetico quale è la situazione?Si sta facendo qualcosa?Si ha l’attenzione e la sensibilità al problema?Anche qui ognuno nel proprio campo, per la propria responsabilità ha il dovere di fare qualcosa, grande o piccola che sia non importa, ma fare, muoversi perché forse, questa è la vera bellezza: aiutare e andare incontro alle necessità del pianeta terra.

 

lions logo (2)

 

Un grazie al Lions club Collegno Certosa reale e Lions club Venaria reale-La Mandria di Torino per l’ospitalità e l’organizzazione della serata.

Dove c’è bisogno i Lions ci sono: sempre!

 

“Un mare di plastica”                                                                                                                               Franco Borgogno                                                                                                                                     Nutrimenti Editore – 2017

un-mare-di-plastica-intervista-borgogno-1132x670 (2)

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: